Mettersi in gioco

come-mettersi-in-gioco_25ea6bc0145ac181fb4656981ca4771b

Dalle parole “mettersi in gioco” si attivano moltissimi “agganci”, ma uno su tutti presuppone un impegno importante sul coinvolgersi a titolo personale in qualche cosa, come una decisione, un progetto, un’azione che presuppone una concentrazione particolare dove il risultato non è fine a se stesso.

Quando ci si mette in gioco si toccano “valori” e sistemi valoriali profondi che a volte ci mettono “apprensione” e timore, non permettendoci appunto di svolgere al meglio l’azione… la messa in gioco.

Cosa accade di cosi coinvolgente quando si attiva questo “sentire” di pancia che poi si tramuta in una non azione decisa dalla testa?

Accade che “la messa in gioco” è collegata al pensiero della riuscita o non riuscita con conseguente disagio attivato dal “giudizio” di chi ci circonda.

Come andare oltre?  … #movethelimit ti aiuta a focalizzarti su ciò che realmente vuoi raggiungere, quanto sei disposto a “mettere” nella sfida e soprattutto ti fa vedere dove sei e dove vuoi arrivare… tutto il resto è “rumore di fondo” che non ti fa muovere oltre.

Segnati su un foglio qual’è il pensiero ricorrente, ogni volta che devi fare una scelta e appuntalo… riconoscere questo pensiero ti aiuterà a capire se ha una struttura positiva all’azione o negativa … non è poco… buon lavoro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *