L’autosviluppo personale … linee guida

sviluppo_1-300x199Quando si parla di autosviluppo personale si fa riferimento ad una capacità personale di orientamento all’automiglioramento.

Questa condizione presente “in modo predominante” negli atleti, è una condizione allenabile con alcuni piccoli accorgimenti, uno su tutti avere la reale percezione di cosa si vuole raggiungere.

Come si fa a sapere cosa si vuole raggiungere? … la cosa più banale è chiederselo e mettersi nella condizione di valutare se tutto sta andando “verso” il raggiungimento del bisogno o obiettivo che ci si è dati.

Tra il cosa voglio e il come faccio c’è di mezzo il tempo in cui metterò in pratica quello che so, per arrivare a, ed è proprio qui che scatta l’autosviluppo, ovvero mettersi in condizione di valutarsi rispetto alle azioni e a quanto queste azioni diventino esperienze di crescita per noi.

Ecco alcuni punti su cui lavorare:

-individuare i nostri punti di forza e di debolezza e cercare di capire come alimentare i punti di forza e dis-alimentare le debolezze.

-pensa a che rezioni hai quando sbagli

-calati nella tua realtà di “ruolo” e cerca di capire quali sono i punti su cui si potrebbe migliorare

-apriti al dialogo e ai consigli che avrai modo di stimolare

-impara a farti una scaletta di azioni per raggiungere i tuoi obiettivi (precedentemente creati)

-cura il tuo fisico… perchè è l’unico mezzo che hai per arrivare a completare il tuo percorso di crescita e ricorda che molto spesso tutto parte da una buona condizione psicofisica

Tutti i passaggi soprascritti sono una semplice linea rossa su cui provare a camminare per potenziarsi nella consapevolezza dei propri limiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *